La riforma per il reclutamento docenti è stata approvata il 29 giugno scorso, e ha introdotto importanti modifiche agli step da seguire per diventare insegnante.

Uno dei temi più caldi inerenti la riforma è certamente quello dei 24 CFU.

Partiamo dal fatto che questi CFU, già acquisiti da molti aspiranti docenti durante il loro percorso universitario, non andranno perduti. E c’è una data ultima per acquisirli, quella del 31 ottobre 2022. Ma andiamo con ordine.

Il percorso abilitante da 60 CFU

Sarà istituito un percorso abilitante di 60 CFU comprensivo di un tirocinio. Il percorso sarà gestito dalle Università e attivato sulla base del fabbisogno di cattedre, con prova finale che comprenderà una prova scritta e una lezione simulata.

“Il tirocinio rappresenterà il 30% dei 60 crediti complessivi, quindi 20 crediti, 12 ore per ogni credito” ha spiegato il ministro Bianchi. Quando la riforma sarà entrata a regime, si tratterà dell’unico modo consentito per conseguire l’abilitazione all’insegnamento, con la quale accedere ai concorsi scuola.

Ricapitolando, il percorso per insegnare sarà il seguente:

– Laurea magistrale, o triennale per gli ITP
– Percorso di abilitazione da 60 CFU
– Superamento del concorso scuola
– Anno di prova in servizio con test finale e valutazione conclusiva

Fino al 31 dicembre 2024 per partecipare ai concorsi a cattedra sarà data la possibilità ai candidati di possedere 30 o 24 CFU, questi ultimi come detto acquisiti entro il 31 ottobre 2022. Gli altri andranno conseguiti una volta superato il concorso. Si tratta della fase transitoria prima che il nuovo sistema entrerà in vigore, tra il 2025 e il 2026.

Saranno riconosciuti i 24 CFU

Nell’ambito dei 60 CFU è comunque riconosciuta la validità dei 24 CFU/CFA già conseguiti quale requisito di accesso al concorso secondo il previgente ordinamento. Il decreto stabilirà i criteri per il riconoscimento degli eventuali altri crediti maturati nel corso degli studi universitari o accademici, purché strettamente coerenti con gli obiettivi formativi.

24 CFU in materie socio-psico-pedagogiche continuano inoltre ad essere indispensabili per:

Come acquisire i 24 CFU con MNEMOSINE

Con Mnemosine hai la possibilità di acquisire i 24 CFU con corso tramite piattaforma online ed esami in presenza (come da normativa) in 100 città italiane. In caso di disposizioni del governo per limitare la diffusione del covid gli esami potrebbero svolgersi anche a distanza.

Grazie alla promozione MT30 offerta dal dott. Casamassima, sarà possibile conseguire i 24CFU necessari ad un costo contenuto (solo 440 euro anche rateizzabili ). ISCRIVITI ORA CLICCA QUI!

Si sottolinea che il Decreto Ministeriale 616/2017 non stabilisce alcun obbligo di frequenza ai corsi di studio.

fonte: orizzontescuola.it

Assistenza – chatta con noi